Da dove iniziare per preparare un progetto fotografico

Amo la fotografia perché a mio parere è la forma più diretta di comunicazione e quando ci approcciamo a questa forma di espressione dobbiamo necessariamente pensarla come tale. Ogni fotografia infatti, che lo vorrete o meno, sarà portatrice di un messaggio. Per esempio se volete comunicare con qualcuno che parla unicamente thailandese, dovrete pensare a cosa volete dirgli (messaggio) a come volete dirglielo, se a gesti, in inglese o altro (codice) e come dirglielo, se al telefono, via e-mail, ecc. (canale). In questo articolo ci soffermeremo solamente su come preparare il contenuto del vostro messaggio.


Copyright: Susanna D'Aliesio

Informatevi

La curiosità sarà la chiave di volta per iniziare un progetto fotografico. Quando la vostra attenzione sarà catturata da un'idea che non riuscirete più a scollarvi di dosso saprete di essere nella direzione giusta. Il primo passo sarà quello di recuperare più informazioni possibili. Guardate su internet, alla televisione, seguite i Telegiornali nazionali e locali, trasmissioni di approfondimento, trasmissioni specializzate, ecc. Dovrete leggere, guardare e ascoltare il più possibile sia per cercare di trovare degli spunti su temi potenziali per il vostro progetto sia per capire quali saranno le riviste potenzialmente interessate a pubblicare il vostro progetto.


Il soggetto

All'inizio è dura focalizzarsi su un soggetto giusto, potreste perdervi, annoiarvi e avere voglia di lasciar perdere tutto. Almeno agli inizi è fondamentale che circoscriviate il soggetto il più possibile. Facciamo un esempio pratico, se sceglierete di fare una serie fotografica incentrata sul mondo dello spettacolo o sul baseball non sarebbero dei temi adatti perché inesauribili e troppo vasti. Il soggetto per una serie molto probabilmente sarà ciò su cui vi focalizzerete per i successivi mesi o anni perciò dovrà necessariamente interessarvi per svariati motivi: sviluppare un progetto fotografico richiederà sacrifici di tempo, energie e denaro ma se il tema sarà giusto anche se sarete stremati potrete continuare a lavorarci su.


Come un regista

Per dare forma e senso alla vostra serie dovrete immaginare di essere un regista di un film, che dalla visione d'insieme stringerà l'inquadratura verso i dettagli. Per cominciare dovrete dedicare "l'introduzione" del vostro reportage pensando di accompagnare idealmente lo spettatore verso il tema che avete scelto. Sfoderate il vostro grandangolare quindi e scattate delle immagini che aiuteranno a dare un'idea dell'ambiente in cui vi trovate. Fate attenzione a scegliere immagini potenti e di chiara lettura. Dopodiché dovrete pensare a dare forma al corpo centrale della storia senza svelare completamente il soggetto. Dovrete cambiare obiettivo e usare una lunghezza focale più corta (un 50 mm sarebbe perfetto) allo scopo di studiare l'interazione uomo-ambiente. Gli scatti che concluderanno il vostro reportage dovranno fornire dettagli e particolari che spiegheranno meglio la storia e forniranno una caratteristica essenziale per non rischiare di far cadere lo spettatore in catalessi: la varietà.


Non dobbiamo seguire obbligatoriamente una narrazione temporale, la prima foto scattata potrà essere una foto di chiusura o viceversa.

#comescegliereunsoggetto #reportage #fotografiaallostatopuro #seriefotografica #comefareunaprogettofotografico

#progetto #serie #seriefotografica #comesviluppareunaseriefotografica #comesviluppareunprogettofotografico #foto #fotografare #fotografia #comefotografare #raw #progettofotografico #comunicazione #messaggio #canale #codice

0 visualizzazioni
  • Facebook
  • Instagram
  • YouTube

© RAW - Shooting Forward by Susanna D'Aliesio - All Rights Reserved - Proudly created with Wix